Daniel Damgaard
Ostia-Forum-Project (OFP) and its activities in the centre of Ostia
Daniel Damgaard was born in Horsens, Denmark. He moved to Aarhus, also in Denmark, in 2008 to undertake his undergraduate and graduate studies in Classical Archaeology at the Aarhus University. He is currently undertaking his doctoral thesis at the Humboldt-University in Berlin through a scholarship with the Ostia-Forum-Project. He has worked and excavated in Ostia since 2011 on the annual campaigns of the Berlin-Kent-Ostia excavations (2011), Humboldt-Ostia-Forum project (2012-2013) and the Ostia-Forum-Project (2014-). The three projects were and are all led by prof. dr. Axel Gering, who is also the supervisor of his doctoral thesis. In 2014, he and prof. Gering founded the Ostia-Forum-Project, in which he is working intensively with the Ostian forum on a daily basis through his ph.d. studies and the general work on the project, e.g. finds-analyses, campaign-preparations and so on.


Francis Brenders
Piazzale delle Corporazioni. Some considerations about the mosaic of statio 25
Francis Brenders was born in Malines (Belgium). Studied Classical languages and Archaeology at the Catholic Univerity of Louvain from 1963 to 1969. Worked as heritage adviser at the section of Monuments and Sites of the Department of the Flemish Community from 1971 to 2006. He was responsible for the province of Antwerp.
In his free time, during 1971 to 2004 he was active in the research and excavation of various Roman settlements around Antwerp with the Antwerp Association for Roman Archaeology (AVRA). Initiator of the website www.vitruvius.be. Since 2014 he has worked on the Ostia Graffiti Project.


Mary Jane Cuyler
Sacred Space on the Shore: Ostia’s Synagogue
Uno spazio sacro lungo il mare: la Sinagoga di Ostia
Mary Jane is from Oregon, U.S.A. and lives in Sydney, Australia where she recently completed her Ph.D. in the Department of Classics and Ancient History at the University of Sydney. Her Ph.D. thesis, “Origins of Ostia: Mythological, Historical and Archaeological Landscapes of the pre-Imperial City” examined the development of Ostia in the republican period. In addition to her Ph.D. work, she has also examined nearby Portus by comparing Nero’s “Ostia” sestertius to the archaeological remains (“Portus Augusti: The Claudian Harbour on a Sestertius of Nero,” in Art in the Round: New Approaches to Coin Iconography [Tübingen 2014]). Since 2006 Mary Jane has worked on the excavations and archival study of the Ostia synagogue with OSMAP (Ostia Synagogue Masonry Analysis Project), under the auspices of the University of Texas at Austin. She has served as Director of Field Operations for OSMAP since 2011. She joined the team of the Ostia Graffiti Project in 2015.


Massimiliano David
Il progetto Ostia Marina
The Ostia Marina project
Massimiliano David si e’ laureato e specializzato in Archeologia e Storia dell’Arte Greca e Romana presso l’Università Statale di Milano. Dal 2001 insegna Archeologia del Mediterraneo Tardoantico nell’Università di Bologna e dal 2015 è membro del Collegio dei Docenti del Dottorato in Archeologia della Sapienza Universita’ di Roma. Ha elaborato e diretto il Progetto Mediolapis, piano per la catalogazione delle epigrafi lapidee dei musei civici di Milano dal I d.C. al XX secolo. Dal 2007 dirige il Progetto Ostia Marina, missione archeologica del Dipartimento di Stori, Culture e Civiltà dell’Università di Bologna a Ostia antica. Guida il Progetto Pal-Esa per lo studio e la conoscenza del patrimonio monumentale tardoantico di Ravenna. Ha al suo attivo circa 280 pubblicazioni di archeologia classica e post-classica.


Laura Della Sala
Ostia Antica: un palinsesto completo per l’edilizia storica
Laura Della Sala è un architetto romano laureato con lode a Roma Tre con una tesi su Tarquinia, relativa al recupero e valorizzazione degli antichi percorsi di collegamento tra acropoli e necropoli. La sua esperienza si divide tra la progettazione architettonica applicata al patrimonio culturale, con grande attenzione al rapporto e all’armonia del nuovo con il contesto, e gli Stati Uniti, con cui collabora con diversi studi di architettura. Ha curato diverse mostre, conferenze e pubblicazioni, tra cui quella sul centenario della sua città, Ostia; inoltre il suo lavoro di tesi è stato oggetto di molti riconoscimenti, tra cui l’esposizione alla Biennale del Paesaggio di Barcellona e dello Spazio Pubblico a Roma. Nel 2011 vince, con un gruppo di studenti internazionali, il Primo Premio del workshop internazionale “Premio Piranesi – Prix de Rome” con un progetto su un Museo Imperiale a Villa Adriana.


Tonnie Huijzendveld (Arnoldus)
How the coastline of Ostia changed over the centuries
L’evoluzione storica della linea di costa de Ostia
The hidden harbour of Claudius
Il porto nascosta di Claudio
The historical salt works of the coastal plain of Rome
Tonnie Huijzendveld (Arnoldus) graduated in Amsterdam in physical geography, and has worked as a consultant and independent researcher mainly in Italy (Latium, Tuscany), first in soil science and mapping and then, from the ‘80s on, in the field of Geoarchaeology. She lives in Italy since 1973. Over the last two decades she has been a contract professor at the Universities of Siena and “La Sapienza” of Rome, and has published more than 100 titles in the field of Earth Sciences, Geoarchaeology and applied GIS technologies. Her special interest goes to southern Tuscany and the coastal zones of Latium, specifically the harbour of Claudius.


Gioacchino Lena
The Kinds of Tuff used in Ostian construction
Le qualità di tufo impiegate nell’edilizia ostiense
Gioacchino Lena, laureato a Catania in Scienze Geologiche, ha lavorato come professionista geologo interessandosi di pianificazione urbanistica e di geomorfologia applicata al dissesto idrogeologico. E’ stato ricercatore a contratto nel CNR e collaboratore esterno presso l’Università della Calabria, prima nella sezione di geografia e poi nel dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti. Dal 1980 si interessa di geoarcheologia. E’ stato presidente della commissione “geoarcheologia e patrimonio geologico” dell’Ordine dei Geologi della Calabria mentre è coordinatore dell’Area Tematica “Geoarcheologia” di SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale). E’ stato professore a contratto presso l’Università della Tuscia di Viterbo. Al suo attivo ha 200 pubblicazioni nel campo della geomorfologia e della geoarcheologia. Si interessa specialmente di geomorfologia applicata alla ricerca archeologica in Calabria, Sicilia, Tunisia.


Carlo Pavolini
Ostia in Late Antiquity
Ostia nella tarda antichità
Carlo Pavolini si è laureato in Archeologia presso l’Università di Roma nel 1971. Sotto la direzione di Andrea Carandini ha partecipato a scavi a Ostia, Tipasa, Cartagine e Settefinestre. E’ stato funzionario archeologo presso le Soprintendenze di Ostia (1976-1982) e di Roma (1982-1999). Nel territorio di Ostia ha svolto indagini a Ficana e lungo la Via Severiana; a Roma ha diretto scavi e restauri nella zona del Celio (Piazza Celimontana, Ospedale Militare, SS. Giovanni e Paolo, Biblioteca di Agapito, S. Stefano Rotondo) e a S. Agnese fuori le Mura. E’ autore di circa 120 pubblicazioni scientifiche, fra cui la Guida Laterza di Ostia (prima edizione 1983, seconda edizione aggiornata 2006), “La vita quotidiana a Ostia” (1986) e “La ceramica comune. Scavi di Ostia XIII” (2000). Ha curato numerosi rapporti collettivi di scavo, fra cui, con Paola Palazzo, “Gli dèi propizi. La Basilica Hilariana nel contesto dello scavo dell’Ospedale Militare Celio (1987-2000)”, del 2013. Dal 1999 al 2014 ha insegnato come professore associato di Archeologia Classica presso l’Università della Tuscia, dirigendo ricerche di scavo a Ferento e a Columna-Porto Canale (Civitavecchia).


Elizabeth J. Shepherd
The Topographical Survey of Ostia from a Balloon, 1911
Il “rilievo topografico di Ostia dal pallone” (1911)
Elizabeth J. Shepherd graduated 1981 in Classical archaeology in the Università degli studi di Firenze (prof. Enrico Paribeni). Specialized in Classical archaeology in the Università degli studi di Pisa (prof. Marinella Pasquinucci). Teached for a few years Historical geography in the Università degli studi di Siena. Archaeological excavations in London (Billingsgate Roman waterfront) and Italy (Settefinestre, Florence, Populonia, Vetulonia and elsewhere). With the Ministero dei beni culturali since 1991, first in Florence (Sopr. Archeologica Toscana), then Rome (Museo Pigorini, photo archive), Ostia (scientific archives and archaeological deposits), and again Rome (Aerofototeca Nazionale-ICCD).